Ventuno atleti della Polisportiva Marsala Doc alla mezzamaratona di Agrigento

Claudia Marchetti

Ventuno atleti della Polisportiva Marsala Doc alla mezzamaratona di Agrigento

Condividi su:

martedì 10 Marzo 2015 - 17:26

Massiccia partecipazione degli atleti della Polisportiva Marsala Doc alla mezzamaratona di Agrigento, seconda prova del Grand Prix regionale Fidal sulla distanza dei 21.097 metri. Nella competizione – vinta dal formidabile Vito Massimo Catania (1 ora, 12 minuti e 59 secondi), che ha piegato la resistenza di Mohamed Idrissi – il migliore dei marsalesi è stato Pietro Paladino, che ha tagliato il traguardo posto sul bel lungomare Falcone-Borsellino di San Leone con il tempo di 1:21:02. Piazzandosi al 19° posto assoluto (su circa 900 partecipanti) e risultando 6° di categoria (SM40). E un altro SM40, Giacomo Milazzo, è stato il secondo tra i biancazzurri arrivati da Capo Boeo. Milazzo, 16° nella sua categoria d’età con 1:25:34, ha preceduto di appena due secondi il compagno di squadra Giuseppe Genna, 13° nella SM45. A seguire, i marsalesi Michele D’Errico, terzo nella SM60 con 1:31:42, Giuseppe Mezzapelle (1:35:42), Antonio Pizzo (1:37:26), Giuseppe Beltrano (1:42:00), Pietro Sciacca (1:42:50), Diego Massimo Pipitone (1:43:37), Antonino Cusumano (1:43:38), Damiano Ardagna (1:43:42), Giuseppe Lombardo sr. (1:45:01), Mario Pizzo (1:48:46), Giuseppe Valenza (1:49:31), Agostino Impiccichè (1:49:34), Giovanna Ornella Ferrante, terza nella SF50 con 1:50:09, il presidente Filippo Struppa (1:54:03), Renato Cascio (1:54:03), Roberto Fabrizio Angileri (1:58:23), Francesco Sorrentino (1:58:36) e Salvatore Panico (2:11:44). Intanto, la Polisportiva Marsala Doc sta mettendo a punto gli ultimi dettagli della mezzamaratona in programma a Marsala il 19 aprile, gara valida come quarta prova del Grand Prix regionale Fidal che calamiterà a Capo Boeo il meglio del fondismo siciliano e non solo.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta