W le primarie. Ma chi si candida dovrà cambiare la città

vincenzofiglioli

W le primarie. Ma chi si candida dovrà cambiare la città

Condividi su:

sabato 10 Gennaio 2015 - 10:25

L’ipotesi che il Pd scelga il suo candidato sindaco attraverso le primarie è ormai sempre più concreta. Sarebbe la prima volta, per le elezioni amministrative. E, in sé, sarebbe una gran bella notizia. Ogni occasione in cui si lascia ad una comunità la possibilità di scegliere i propri rappresentanti, il principio democratico del “governo del popolo” trova la sua massima espressione. Anche perchè, quando a scegliere sono state le segreterie di partito, magari con l’intervento determinante dei soliti leader provinciali o nazionali, i risultati si sono rivelati a dir poco deludenti. Com’è successo a Marsala nel 2012 e in tante altre circostanze.
Le primarie, però, rappresentano un mezzo e non un fine. L’obiettivo vero di chi si candida ad amministrare Marsala deve essere il cambiamento. Lo ripetiamo da mesi. E se vogliamo davvero ricostruire questa città, dobbiamo farlo con serietà. Partendo dalle primarie, ma anche e soprattutto dai programmi. E per portare avanti un programma di risanamento, rilancio e innovazione, non si può certo pensare di allearsi con i custodi della conservazione. Tornereste mai da un medico che ha già sbagliato una cura o una diagnosi? Prestereste la vostra auto a qualcuno che ve l’ha già rubata? E, allo stesso modo, è pensabile affidare il futuro di un progetto amministrativo o di un’idea di città a partiti, movimenti e soggetti politici che in questi anni hanno pensato solo ai propri interessi? Che cambiamento potrebbe esserci? E a chi magari pensa di poter prendere i voti dei custodi della conservazione per poi gestirli in cambio di qualche assessorato, diciamo, senza giri di parole, che ha fatto male i conti. Perchè i nodi, alla fine, vengono sempre al pettine. E anche se la parola “rottamazione” è uscita dall’agenda politica, la voglia dei cittadini di rottamare i politici resta altissima. E solo una seria proposta di cambiamento, basata su programmi validi e persone credibili, potrà convincerli a dar loro fiducia.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta