“Taddrarite” in scena al “Sollima” il 17 e il 18 ottobre

vincenzofiglioli

“Taddrarite” in scena al “Sollima” il 17 e il 18 ottobre

Condividi su:

mercoledì 15 Ottobre 2014 - 10:29
“Taddrarite” in scena al “Sollima” il 17 e il 18 ottobre

Un tema drammatico, affrontato con ironia e leggerezza. Si presenta così “Taddrarite”, lo spettacolo scritto e diretto dall’attrice lilibetana Luana Rondinelli, che torna a Marsala dopo la vittoria al Roma Fringe Festival e il successo di pubblico e critica ottenuto al “Piccolo” di Milano. Incentrato sul tema della violenza domestica, “Taddrarite” è la storia di tre sorelle meridionali (la stessa Rondinelli, Anna Clara Giampino e Claudia Gusmano) che passano la notte a vegliare il cadavere del marito di una di loro, finendo per raccontarsi a vicenda i soprusi subiti. “L’argomento è molto delicato – spiega la Giampino – ma la particolarità del nostro spettacolo sta nel modo con cui viene affrontato. Con un’ironia e una leggerezza che non ci si aspetterebbe”.

Accanto alla denuncia, le tre protagoniste lanciano un vero e proprio appello contro il silenzio, quel vizio tutto italiano di “lavare i panni sporchi in famiglia”. Un obiettivo condiviso con il centro antiviolenza “La Casa di Venere”, che ha partecipato all’organizzazione delle due date marsalesi di “Taddrarite” e che sarà presente con il suo staff per un momento di confronto pubblico sia agli spettacoli destinati alle scuole, sia a quelli serali, in programma al Teatro Comunale “Eliodoro Sollima”, venerdì 17 e sabato 18 ottobre, a partire dalle 21.30. Un appuntamento a cui le tre attrici lilibetane tenevano molto, come spiega chiaramente Claudia Gusmano: “Con questo spettacolo abbiamo vinto il Fringe Festival a Roma e rappresenteremo l’Italia al Fringe Festival di New York. Ma prima di rappresentare il Teatro italiano, rappresentiamo il teatro marsalese, perchè questo spettacolo è scritto in marsalese. Per cui tenevamo molto a offrire ai nostri concittadini un’altra possibilità per vederlo”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta