“Moda in… passerella 2014” in Piazza della Repubblica tra spose arte e musica

Claudia Marchetti

“Moda in… passerella 2014” in Piazza della Repubblica tra spose arte e musica

Condividi su:

lunedì 08 Settembre 2014 - 16:14

Piazza della Repubblica, sabato scorso, ha fatto da cornice allo spettacolo “Moda in… passerella 2014” proposto dall’Associazione Onlus “Un Altro Sole” diretta da Giusy Stella. Tantissimi gli spettatori che hanno assisto alla kermesse presentata da Nino e Stefania Guercio, nel corso della quale momenti di spettacolo si sono alternati alla buona moda proposta dalla stilista marsalese Vitanna Baiardi e da Nerone Uomo. Ottime nel corso della serata le performance di Arianna Lupo, Salvatore Parrinello, Toti Lo Faso e Desy Marino; nonché dei ballerini di Maria Altese e Marcolino Di Dia e del barzellettiere Maurizio Trentarose. A dare ancor più spessore alla serata, nell’ottica di quando “l’Arte diventa spettacolo”, è stato il pittore Vito Trapani che ha proposto una esibizione di body painting con la quale ha voluto celebrare il vino Marsala. In passerella hanno sfilato ben 30 fra modelle e modelli, anche bambini. Il momento clou della sfilata è stata la presentazione della collezione sposi al temine della quale Katia Russo ha proposto un abito scenografico che ha affascinato gli spettatori. La manifestazione, che si è avvalsa del patrocinio gratuito dell’Amministrazione comunale diretta dal Commissario Straordinario Giovanni Bologna, è stata resa possibile grazie al contributo dato dal Consiglio comunale e dal Consigliere Alessandro Coppola in particolare. La parrocchia della Chiesa Madre ha concesso i locali della sacrestia della Chiesa di San Giuseppe per il back stage. “Mi corre l’obbligo ringraziare il Commissario Bologna, l’Arciprete Padre Giuseppe Ponte e il suo vicario don Giuseppe Inglese, gli stilisti, il cast artistico, modelle e modelli che  in forma gratuita e volontaria hanno dato il loro contributo alla buona riuscita dell’iniziativa – ha dichiarato l’organizzatrice Giusy Stella -. Abbiamo dimostrato che con il volontariato e con l’aiuto di alcuni sponsor si può dar vita a manifestazioni di buona professionalità”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta