Black out in tre strade e in un’uscita dello scorrimento veloce è colpa dei furti di rame

Chiara Putaggio

Black out in tre strade e in un’uscita dello scorrimento veloce è colpa dei furti di rame

Condividi su:

giovedì 04 Settembre 2014 - 19:24

La ditta che si occupa della manutenzione sta curando la riparazione dei guasti segnalati

Da giorni numerose sono state le segnalazioni in merito ai tratti di strada marsalese in cui l’illuminazione pubblica ha smesso di funzionare. In particolare la zona che maggiormente preoccupa residenti e passanti è la via Salemi dove da almeno quattro giorni è completamente al buio un tratto ampio più di un chilometro e lambisce le contrade San Silvestro, Amabilina, Cardilla e Fiumara Sant’Onofrio. A preoccupare è il fatto che è al buio la parte della via che precede l’ospedale e che quindi è quotidianamente percorsa da ambulanze dirette al pronto soccorso. Senza contare che bisogna passare da lì per raggiungere lo scorrimento veloce. Qui, rimanendo in tema di illuminazione fuori uso, un problema rilevante è stato riscontrato alla penultima uscita che sbocca sulla via Trapani – strada statale 115 – dove da giorni è tutto al buio. Ma qui non si è verificato alcun guasto casuale. “Abbiamo subito un furto di cavi di rame – informano dall’ufficio tecnico – e i ladri hanno trafugato fili e botole provocando un danno di almeno diecimila euro”. Dunque la riparazione sarà più lunga e dispendiosa. Furti analoghi si sono verificati anche davanti al campo di Strasatti e nel parcheggio nuovo del Signorino. Ad ogni modo questi non solo i soli punti a Marsala attualmente al buio. Nelle scorse ore, dal gruppo di facebook SOS Marsala è stato segnalato il black out a piazza Matteotti, una delle principali della città. Disagi simili sono stati registrati anche in contrada Strasatti e nella bretella che congiunge la via Salemi con la via Favara. Della questione è stato informato l’ufficio tecnico comunale che ieri ha informato la ditta che ha ottenuto l’appalto per la manutenzione. Oggi sarà effettuato un sopralluogo.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta