Autori & Territori: al Carmine “Fate Morgane” di Marilena Renda col violoncello di Mocata

redazione

Autori & Territori: al Carmine “Fate Morgane” di Marilena Renda col violoncello di Mocata

Condividi su:

mercoledì 29 Luglio 2020 - 16:53
Autori & Territori: al Carmine “Fate Morgane” di Marilena Renda col violoncello di Mocata

“Fate morgane” è il titolo del secondo appuntamento della rassegna Autori & Territori – Incursioni letterarie, colloqui, sconfinamenti, curata da Francesco Vinci e promossa dall’agenzia “Communico” di Renato Polizzi, con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Marsala. Domani sera, al Convento del Carmine dalle ore 19, sarà di scena la poesia italiana, con un reading di Marilena Renda, poeta e traduttrice di origini gibellinesi, che leggerà testi da Ruggine, poema corale ispirato al terremoto del Belice del ’68, finalista al Premio Delfini nel 2009 e al Premio Carducci nel 2013, e dal suo nuovo libro inedito “Fate morgane”: un viaggio in versi, tra diario e memoria, nella Sicilia dei nostri giorni.

Le letture saranno introdotte dallo stesso Francesco Vinci, con gli intermezzi musicali del violoncellista trapanese Vincenzo Mocata, allievo di Giovanni Sollima e membro dell’Orchestra “Ars Cantus” di Varese, che eseguirà musiche di Bach e Romberg. Voce tra le più interessanti del panorama contemporaneo isolano e nazionale, Marilena Renda, classe 1976, ha vissuto a Palermo, Roma e Milano. Ha tradotto diversi libri dall’inglese e dal francese. Vive a Bologna, dove insegna inglese. Tra i suoi libri: Bassani, Giorgio. Un ebreo italiano (Gaffi 2010), Ruggine (dot.com press – Le voci della luna 2012), Arrenditi Dorothy (L’orma 2015), La sottrazione (Transeuropa 2015) e il romanzo Regali ai fantasmi (Mesogea 2017). Collabora, tra l’altro, a Doppiozero e Alfabeta2. L’ingresso è libero (nel rispetto delle norme anti-Covid). Media partner dell’incontro saranno le testate giornalistiche Marsala C’è, Itacanotizie e LaTr3.

Marilena Renda_Poetiche IL VIDEO:

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta