Prevenzione incendi, illustrato in prefettura il protocollo firmato tra istituzioni e forze armate

redazione

Prevenzione incendi, illustrato in prefettura il protocollo firmato tra istituzioni e forze armate

Condividi su:

Friday 18 May 2018 - 20:06

Una riunione di coordinamento sulla problematica antincendio si è svolta presso il Palazzo del Governo di Trapani. A presiederla il Prefetto Darco Pellos. Presenti all’iniziativa l’ingegnere Foti, Dirigente Generale del Dipartimento della Protezione Civile Siciliana, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, nonché i soggetti istituzionali statali e regionali a vario titolo coinvolti nelle attività antincendio.

Il Prefetto, nel sottolineare che prioritaria è l’attività di prevenzione con uno stretto controllo del territorio, ha illustrato il protocollo per la prevenzione e la repressione degli incendi firmato nei giorni scorsi tra la Prefettura di Trapani, l’Assessorato del Territorio ed Ambiente, il Dipartimento di Protezione Civile, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco , il 37° Stormo dell’aeronautica Militare e l’82° Centro C.S.A.R.

Nel suo intervento il Prefetto, dopo avere evidenziato l’importanza del documento operativo, ispirato alla massima coesione istituzionale e collaborazione, ha voluto sottolineare la rilevanza del protocollo, concepito con l’obiettivo di porre un argine al drammatico fenomeno degli incendi boschivi che tristemente si ripropone di anno in anno, colpendo in maniera devastante il territorio della provincia di Trapani. In particolare, Pellos ha evidenziato che, grazie alle sofisticate apparecchiature di cui sono dotati i velivoli del Sar, si potrà effettuare non solo un monitoraggio delle zone a precipuo rischio di sviluppo di incendi boschivi, ma una vigilanza nei confronti di mezzi e persone in transito nei luoghi interessati da focolai. In particolare, si apprende che avendo acquisito la capacità AIB (Anti Incendi Boschivi) con l’HH139A, elicottero in dotazione, l’82° C.SAR sarà parte integrante del dispositivo della Regione Sicilia per la lotta agli incendi boschivi per la campagna 2018 a partire dal prossimo giugno.

Nel corso della riunione è stata illustrata dall’ingegnere Foti la Direttiva Regionale in termini di antincendi boschivi e richiamata la particolare attenzione dei Sindaci, quali autorità locale di protezione civile, sulla necessità di adottare ogni iniziativa volta a prevenire e contrastare gli incendi boschivi e di interfaccia, curando il puntuale aggiornamento dei piani di protezione civile al fine di estenderli a tutti i rischi presenti nei rispettivi territori.

Inoltre Foti ha illustrato la piattaforma G.E.Co.S. (gestione emergenze e comunicazione Sicilia) che consente a tutti i soggetti coinvolti nella gestione dell’emergenza di avere una visione geografica condivisa della situazione in atto, dei mezzi in campo e dell’evoluzione delle criticità.

Infine, nell’ambito delle attività di collaborazione e coinvolgimento della cittadinanza previste dal Nuovo Codice di Protezione Civile, ha evidenziato l’importanza del ruolo attivo costituito dal singolo cittadino che attraverso l’App. “Anch’io segnalo”, applicazione installabile su qualsiasi tipo di smartphone in commercio, può segnalare tempestivamente la presenza di roghi o altri pericoli.

I presenti alla riunione hanno presentato proposte e suggerimenti per rendere più proficua l’attività di prevenzione.

A conclusione dell’incontro il Prefetto ha richiesto la collaborazione delle forze dell’ordine al fine di vigilare con attenzione sull’intero territorio provinciale, e ha inoltre sottolineato l’importanza di una “struttura” preparata e coordinata nel dare risposte tempestive in caso di emergenza.

Condividi su: