Guardia Costiera: tutela degli stock ittici, a Marsala elevati verbali per un totale di 30mila euro

redazione

Guardia Costiera: tutela degli stock ittici, a Marsala elevati verbali per un totale di 30mila euro

Condividi su:

giovedì 20 Novembre 2014 - 16:37

Attività di controllo del territorio da parte del personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo-Guardia Costiera di Marsala, diretto dal Comandante Tenente di Vascello Raffaele Giardina per verificare comportamenti che possano ledere, in ambito della pesca, la tutela degli stock ittici sottoposti a contingentazione da parte degli organismi comunitari e nazionali (pesce spada e tonno rosso). Domenica 16 novembre, l’Autorità Marittima di Marsala unitamente alle altre Forze di Polizia operanti nel territorio marsalese ha condotto l’attività di verifica presso l’ambito portuale intervenendo per contrastare la vendita abusiva di prodotti ittici che vengono commercializzati da soggetti non titolati perché pescatori diportisti privi di ogni legittimazione nonché adusi alla vendita di prodotto non sottoposto ai previsti controlli sanitari. I controlli hanno condotto all’elevazione di due verbali amministrativi per mancanza di documentazione e tracciabilità per un totale di € 2.332,00 ed al relativo sequestro amministrativo del prodotto ittico mal conservato in spregio della normativa sanitaria. Inoltre, durante la notte della stessa domenica, l’attenzione dei militari si è concentrata sul controllo dei motopesca che scalano il porto di Marsala attraverso una mirata attività di appostamento, resa necessaria anche in considerazione della precarietà di illuminazione di cui soffre il porto. A seguito di un inseguimento con l’autopattuglia per bloccare i mezzi che non si volevano sottoporre al controllo dei militari, sono discesi 9 verbali amministrativi per l’assenza di tracciabilità, rintracciabilità e pesca in periodi vietati nonché per assenza della documentazione per un totale di circa € 26.000,00. E’ stata effettuata, inoltre, una sanzione accessoria, con il sequestro penale del prodotto ittico perché risultato sotto la taglia minima consentita, per un totale di 1.500 chilogrammi (42 esemplari di tonno rosso e 19 esemplari di pesce spada). Infine, sono state redatte 3 notizie di reato rese necessarie dal comportamento penalmente rilevante tenuto dai soggetti che sono stati deferiti alla competente Autorità Giudiziaria.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta