Petrosino, le uova di Caretta Caretta non si schiudono: “Grazie comunque alle associazioni”

redazione

Petrosino, le uova di Caretta Caretta non si schiudono: “Grazie comunque alle associazioni”

Condividi su:

Saturday 17 November 2018 - 12:48

Il 12 agosto scorso una tartaruga della specie Caretta Caretta ha deposto le uova sulla spiaggia di Sibiliana, a Petrosino. Un evento che non si verificava da 22 anni. Questa volta, purtroppo, per cause del tutto naturali il nido non si è schiuso. In questi tre mesi, dopo la segnalazione da parte di alcuni ragazzi che si trovavano in spiaggia, si è messa in moto una rete di monitoraggio e assistenza che ha coinvolto il Centro di Recupero Tartarughe Marine di Favignana, la Capitaneria di Porto di Marsala, i volontari del Wwf Network Tartarughe Marine, il Comune, i Vigili Urbani del Comando di Polizia Municipale di Petrosino, la Ripartizione Faunistica Venatoria di Trapani (organo di controllo della fauna selvatica), l’Associazione dei Vigili del Fuoco e le Guardie Ambientali Trinacria.

L’Amministrazione comunale di Petrosino ringrazia tutti gli enti, le associazioni e i volontari che in questi tre mesi sono intervenuti per preservare il nido, in particolare il referente del Wwf, Nicola Napolitano, dimostrando grande sensibilità verso la problematica legata alla sopravvivenza e alla riproduzione di questa specie.

La precedente nidificazione da parte di una tartaruga Caretta Caretta a Petrosino risaliva al 1996, quando sul litorale di Biscione sono nate 93 tartarughe da un nido che conteneva ben 135 uova. Anche allora il Comune e i volontari del Wwf, seguirono con trepidazione il periodo di incubazione che durò 73 giorni.

Condividi su: