Le Vie dei Tesori: Trapani la Città più visitata, Marsala la più “archeologica”

redazione

Le Vie dei Tesori: Trapani la Città più visitata, Marsala la più “archeologica”

Condividi su:

Thursday 15 September 2022 - 10:22

A Trapani si raggiungerà l’antico carcere su una barca d’epoca, a Mazara si “incoccia” il couscous e a Marsala ci si immerge nelle saline per un bagno di benessere. Sono soltanto alcune delle esperienze straordinarie che questo secondo e penultimo weekend – sabato 17 e domenica 18 settembre – animeranno le prime otto città delle Vie dei Tesori.

Aprono le porte un centinaio di luoghi in tutta la Sicilia, alcuni inediti altri ritrovati, ci si potrà perdere tra esperienze e passeggiate. Un programma intenso, costruito nei singoli territori, rendendo le comunità protagoniste, pronte a riappropriarsi di chiese riaperte dopo mezzo secolo, siti archeologici ritrovati, cripte restituite, piccoli musei-gioielli al debutto.

Particolare della Chiesa del Purgatorio – Marsala

E’ proprio questo il fil rouge di questa prima tranche del festival – che nel primo weekend ha già messo insieme undicimila visitatori entusiasti, con Trapani e Messina città più amate e l’Hotel delle Terme di Termini Imerese come sito più visitato – quest’anno scelto dall’assessorato regionale al Turismo tra le manifestazioni che promuovono il programma SeeSicily; filo srotolato con il supporto di Unicredit come main sponsor, in collaborazione con Comuni, Diocesi, musei, confraternite e privati, col supporto di Poste Italiane. Una grande ondata di bellezza che tracima tra i luoghi e tocca i visitatori spinti a costruire percorsi personali.

 Trapani è stata la città più visitata del primo weekend e come al solito sono andate subito sold out le visite al Castello della Colombaia che  si raggiunge su una barca d’epoca.

Ma il weekend inizia anche prima perché domani, venerdì 16 settembre, si potrà entrare nella bottega di uno degli ultimi artigiani del corallo, Platimiro Fiorenza che vi racconterà la sua favola rosso sangue nata negli abissi. Non va perso il Villino Nasi (appartenuto all’ex ministro Nunzio Nasi) con gli interni d’epoca, e un incredibile affaccio sul mare, nato com’è sulla lingua di terra tra Torre di Ligny e la Colombaia. 

particolare della Chiesa delle anime sante del Purgatorio

Marsala è incoronata regina dell’archeologia: dalle piccole piramidi funerarie della necropoli di via del Fante, alle Insulae di via delle Ninfe, alle aree  dalla Plateia Aelia, nella Lilibeo romana, sono tutti siti appena riaperti, veri gioielli recuperati; e per chi vuole ulteriormente approfondire, ecco le visite agli scavi di Mozia condotte da un archeologo della Sapienza di Roma, Lorenzo Nigro; a seconda dell’orario scelto, si visiteranno cantieri di scavo differenti.

E allo Stagnone si potrà scoprire le Saline Genna dove la pelle diventa morbidissima con lo scrub al sale, o salire sul Piper per un volo indimenticabile (partenza da Birgi, con Enac e Airgest). Senza dimenticare le degustazioni e visite in cantina: ne aprono ben sei.

Chiude Mazara, che apre per la prima volta San Nicolò Regale, una Cuba con i mosaici romani che si trovano proprio sotto la chiesetta e che forse facevano parte della piscina di una domus romana; poi la Regale Abbazia di Santa Maria dell’Alto che pare risalga al 1085, con i suoi 45mila volumi. Quel luogo magico che è sant’Ignazio dei Gesuiti, un rudere a cielo aperto. Ma si potrà anche incocciare il couscous alla cooperativa Habibi o partecipare alla vendemmia.

Insomma, basta armarsi di smartphone per controllare sul sito www.leviedetesori.com orari, testi e schede di luoghi, esperienze e passeggiate, acquisire i coupon. Scegliere e partire.

Anche con i pullman Autoservice in partenza da Palermo per raggiungere le città, senza stress, arrivati sul posto ognuno può scegliere i siti da visitare o le esperienze da provare: sabato prossimo si può partire per Caltanissetta alle 8 e per Marsala alle 9, domenica si raggiunge Messina partendo alle 8; prossimo weekend tocca a Trapani e Mazara il sabato e Enna la domenica. Si parte da piazza Verdi e poi si passa da piazzale Giotto. Info e ticket www.leviedeitesori.com o al numero 0918420004 (ore 10-18). 

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta